LEGGI QUESTO ARTICOLO SE TI STAI CHIEDENDO:

✔️ Prima vendo o prima compro? 

✔️ Comprare casa prima di vendere mi conviene? 

✔️ Come faccio a vendere e comprare contemporaneamente?

 

 

⭐️ PRIMA COMPRO O PRIMA VENDO? ⭐️

 

Questa è la domanda che mi fanno tanti clienti quando iniziamo a ragionare insieme su una possibile compravendita. 

Una persona vive in casa sua, e ci sta anche bene; ne è un po’ innamorato. 

Però nella vita le esigenze cambiano: nuovo lavoro, problematiche di spazio, l’arrivo di un figlio, …

prima di spostare me e la mia famiglia e venderla” mi sento dire spesso “voglio essere sicuro di sapere dove andrò”. 

Del resto si cambia per migliorare la propria situazione, altrimenti non ha senso vendere. 

E, infatti, tendenzialmente si dice: “prima cerco la casa che mi piace e, quando l’ho individuata, procedo con la vendita della mia.”.

 

In realtà le possibilità sono due! E io, di entrambe, voglio dirti vantaggi e svantaggi, in modo che tu possa valutare in modo ragionato che percorso seguire. 

Alla fine ti dirò quella che, alla luce della mia esperienza, è la soluzione che prediligo e perché.

 

 

OPZIONE 1 – PRIMA VENDI LA TUA CASA, POI COMPRI QUELLA NUOVA

 

Chiariamo un attimo cosa significa VENDUTO.

Per venduto intendo avere individuato il cliente che ti ha fatto un’offerta congrua col prezzo che vuoi, e con il quale hai fatto un preliminare. 

La persona interessata alla tua casa ha, cioè, versato un anticipo. C’è un documento che lo certifica e nel quale tu prometti che consegnerai la casa entro un periodo stabilito da entrambi.

Questo vuol dire aver venduto. 

Sai: 

→ quanto hai incassato

→ c’è una garanzia data da una caparra

→ sai quanti sono i mesi per la consegna. 

Allora ti muovi e cerchi casa. 

 

▪️Quali sono i vantaggi di questa scelta?

 

? Sai esattamente, al di là delle tue aspettative, quanti sono i soldi effettivi che hai in tasca. Al di là di mutui o non mutui, sai che questi soldi sono sicuri, perché c’è già una persona, con cui hai firmato un contratto tutelante, che ha dichiarato di darteli.  

? Viene versata una caparra da parte di chi ferma la tua casa. Per cui tu hai già in mano dei soldi, che puoi utilizzare a tua volta per fermare un’altra casa, senza movimentare soldi personali o risorse destinate ad altro.

? Hai davanti una tempistica chiara, che ti permette di gestire facilmente un ulteriore nuovo acquisto. 

 

Diciamo che hai tutto sotto controllo. L’aspetto economico, l’aspetto logistico, i tempi. 

Hai addirittura delle garanzie economiche -i soldi versati dal tuo acquirente- che puoi utilizzare per fermare l’altra casa. 

Qui la compravendita, per te, ha un iter molto chiaro, sicuro. Praticamente senza rischi. 

 

E se il mio acquirente cambia idea? O succede qualcosa per cui non può più comprare la mia casa?”

Stai tranquillo. La legge prevede una tutela. Questo acquirente perderà la caparra che ti ha versato. 

Ma anche io ho versato dei soldi di caparra per fermare la casa che voglio comprare!” dirai. 

Vero. Ma se i soldi che hai utilizzato per la caparra del tuo nuovo acquisto sono gli stessi che avevi ricevuto, ti ritrovi esattamente al punto di partenza: non hai venduto, non hai comprato. Hai ancora la tua casa da vendere, ma non hai perso soldi.

 

▪️Quali sono gli svantaggi di questa opzione?

 

❌ Uno solo.  Il non sapere, mentre stai vendendo la tua casa, quale sarà la casa in cui andrai. Da un punto di vista tecnico è tutto perfetto. Da un punto di vista psicologico questo iter ti mette nella condizione di dover fare un piccolo atto di fiducia. 

 

“So che il mercato offre molte soluzioni interessanti, metto in vendita la mia casa, quando arriverà un’offerta, magari ottima, con dei tempi di consegna comodi che mi permettono di cercare un’altra soluzione, valuterò come procedere.”.

 

 

Questa è la prima possibilità ed è quella che io ti consiglio, perché è il sistema che ti dà le maggiori garanzie e ti permette di spostarti da una casa all’altra con una certa tranquillità.

 

 

OPZIONE 2 – FERMI LA TUA CASA DEI SOGNI E POI METTI IN VENDITA LA TUA

 

Cosa vuol dire, davvero, FERMARE una casa? 

Vuol dire trattare, trovare un accordo sul prezzo finale e lasciare una caparra a garanzia delle proprie intenzioni. Ricordati che va anche sempre data una tempistica. Non esiste una proposta che si limita al solo prezzo!  

 

“Ok, la casa è bellissima, la compro a 10, lascio 2 e mi impegno a comprarla tra 6/8 mesi”. 

 

▪️ Vantaggi? 

? Beh, la tranquillità psicologica. Hai già visto dove andrai, è la casa dei tuoi sogni, sei contento, ti senti “sicuro” nel mettere in vendita la vecchia casa. 

 

▪️ Questa opzione, però, te lo devo dire, ha degli svantaggi notevoli. 

❌ Ti devi impegnare economicamente. Devi versare dei soldi e fare un’offerta senza sapere davvero a quanto venderai la tua casa.

❌ Ti ritrovi con delle scadenze da rispettare per il tuo acquisto. Devi chiudere il pagamento entro una data precisa, senza sapere quanto tempo davvero ci vorrà per vendere la tua casa. 

 

Poniamo il caso che tu non abbia ancora venduto, ma sia vicina la data di acquisto della tua prossima casa. Se ti ritiri, ricordi? Perderai dei soldi! Allora non ti ritiri, ma magari vendi con la fretta. Certo, potresti essere davvero fortunato e riuscire comunque a vendere velocemente e bene.

Più spesso invece capita che devi abbassare il prezzo per rendere appetibile l’immobile, trasformarlo in un affare, ma per chi compra. Non certo per te! 

Ecco perché io ti sconsiglio vivamente questa opzione. ✋

 

 

N.B. 

L’unica situazione in cui non c’è alcun problema nel fermare una casa senza aver venduto la propria, è se hai la possibilità economica di comprare la casa in cui andrai, a prescindere dalla vendita della tua.

 

Ti faccio degli esempi. 

“Posso tranquillamente comprare la nuova casa a 10, perché li ho. Nel frattempo vendo la mia e, quando l’ho venduta, rientro dei miei soldi.”. Oppure: “posso accedere a un mutuo di 10 senza aver venduto la mia, comprare la mia nuova casa e, quando avrò venduto, chiudere il mutuo.”. 

 

Se sei fra questi fortunati, ricordati comunque alcuni importanti accorgimenti.

Attenzione, se stiamo parlando di vendere una prima casa per comprare un’altra prima casa, ad esempio, sappi che la legge ti permette di ricomprare con le stesse agevolazioni fiscali, purché tu venda entro un anno dall’acquisto. Anche in questo caso la tempistica è fondamentale. Se non riesci a rispettarla, il nuovo acquisto viene legalmente considerato seconda casa con una, conseguente, altissima tassazione.

 

Sono certo di averti dato un po’ di argomenti su cui ragionare e ti saluto. 

Se hai necessità di approfondire ulteriormente come vendere casa, guarda i miei video o contattami per una consulenza gratuita.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email
Condividi su whatsapp

Scarica la guida e impara a vendere come un professionista

Approfondisci come vendere e comprare case

In quanto tempo venderò la mia casa? Prima devo comprare o prima vendere? Perché non ho ancora venduto? Come scelgo il giusto agente immobiliare? Do l’esclusiva oppure no?” …. e tanto altro!
Qui troverai le risposte alle domande che credo ti sarai già fatto almeno una volta.